orme senza ombre

su quel destriero alato
-dannazione irriverente-
ho raggiunto la terra di frontiera
dove l’anima di sovrappone
al mio tormento
di uomo senza tempo
 
è un deserto di sabbia incantata
l’orizzonte una linea di argento
e la luna un ciondolo di cristallo
 
in quelle dune di velluto
vedo il profilo dei mie pensieri
il cielo specchio delle illusioni
tra quei confini senza spessore
che esistono per essere superati
 
fili di avidità
circondano la mia solitudine
e comprimono la mia lucidità
 
sono orme senza ombra
quelle che lascio dietro di me
 
 Poesia1
Annunci

Informazioni su Lorenzo de Vanne

si..sono Lorenzo, un pò angelo e un pò demone, curioso della vita e della morte, della mente e dello spirito, della donna ... della parola...del silenzio! Io, vagabondo senza quiete, in cerca delle tra
Questa voce è stata pubblicata in inquietudine. Contrassegna il permalink.

9 risposte a orme senza ombre

  1. Stefy71 ha detto:

    Intarsio di sentimenti e pensieri a comporre un ritratto di vita e solitudine. Apprezzabile come sempre la tua sensibilità e la tua capacità introspettiva.

  2. CristinaKhay ha detto:

    La terra di frontiera…è un’altro punto di partenza…

  3. SempreGio ha detto:

    “in quelle dune di velluto
    vedo il profilo dei mie pensieri”

    che incanto questo passaggio….

    un bacio Gio

  4. Morfea77 ha detto:

    [è un ricamo questa tua poesia…e grazie per quello che hai detto da me…ma non mi sento poetessa]

  5. neraorchidea ha detto:

    ..mancavo solo io….ma che balla poesa….pciu..pciu….titty

  6. Melarea ha detto:

    M’infilo nell’harem perchè con uno “Sceicco” della poesia, come te, proprio non se ne può fare a meno 🙂
    E’ fatato il mondo dei tuoi versi e la leggerezza della tua penna fa del tuo blog un vero “tappeto volante”…

  7. enneby ha detto:

    ecco il poeta ascolarsi…e in quel riverbero esala il mio pensiero…grazie POETA!
    ciao Nunzio

  8. MarcoforEver ha detto:

    Mai le tue orme non avranno ombra, fino a che pervaderai il cielo di questi colori. In quella terra di frontiera, vagano le nostre anime di eterni e dannati cantori del nostro tempo.

  9. silverdeer ha detto:

    Immagini incantate ed incantevoli intarsiate di una goccia di malinconia…Come passeggiare sulla riva e veder le proprio impronte cancellate dall’acqua..
    Un caro saluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...