(predatore di.. anime)

Rincorri aquiloni di sogni

che volteggiano nel cielo

della tua illusione,

-poetessa di emozioni

e di dolore-

respiri l’odore di un amore,

mentre la mente

ti lega all’angoscia,

vuoi fare di un lupo

il custode del tuo giardino,

vuoi arginare le maree del nord

ribellandoti alla follia,

mentre scivoli nella tua sottomissione.

 

Lascia che i fiori

nascano a primavera,

nel cassetto troverai

ancora il suo respiro

di belva incatenata

alla sua fame eterna,

la tua felicità è bagnata

di sangue d’ innocenti speranze,

mentre la lama

penetra il tuo ventre

offerto al suo piacere,

non ti resta che il gemito

della tua lussuria.

 

Guardi le sue orme

sulla neve fresca,

traccia che conduce alla foresta

baciata da una luna di silenzi,

attendi,accanto al fuoco

della tua pelle,

il suo ritorno

-predatore di anime-.

adagiata

Annunci

Informazioni su Lorenzo de Vanne

si..sono Lorenzo, un pò angelo e un pò demone, curioso della vita e della morte, della mente e dello spirito, della donna ... della parola...del silenzio! Io, vagabondo senza quiete, in cerca delle tra
Questa voce è stata pubblicata in inquietudine. Contrassegna il permalink.

10 risposte a (predatore di.. anime)

  1. neraorchidea ha detto:

    ..mi sembra che sia molto tra l’ombra e l’anima…..titty

  2. Stefy71 ha detto:

    Sai come catturare la fantasia e farla gemere. Bellissima.

  3. Morfea77 ha detto:

    [è anche un pò mia roma…felice che ti sia piaciuta:)]

  4. SempreGio ha detto:

    E’ una meraviglia… pensieri che avvolgono e coinvolgono 🙂
    un abbraccio e un sorriso
    Gio

  5. Morfea77 ha detto:

    [devo dire la verità…ai complimenti non sono abituata:) ne ho avuti ben pochi]

  6. maxilpoeta ha detto:

    bella pagina di grande poesia, grazie per essere passato nel mio blog, a rileggerti.

  7. CristinaKhay ha detto:

    E’ l’altare dell’accettazione…dove il sacrificio si fa dono o tormento… per chi sa soffrire. Follia come ribellione, come senso dell’andare, in eterno, come scacco alla morte, all’inazione, come fuga, come qualcosa che sfugge, e che si rincorre, sperando che sia fuori di sè.
    Al di là dell’attimo palese descrittivo, molto accurato ed emozionante, scuro di tormento e di perdono imposto, c’e’ un’anima che parla…
    Molto piaciuta, bravo.

  8. Morfea77 ha detto:

    [mi stai viziando…mi ritengo una semplice donna che cerca di fare poesia]

  9. ortensia53 ha detto:

    Ed eccomi catturata dalla tua tela invisibile, dal tuo poetar sensuale e di classe.
    Non posso fare a meno di passare di qua per respirare una ventata d’energia poetica.
    Bella poesia, vibrante.

  10. Aleteia ha detto:

    in questi versi mi sono rispecchiata…

    il mio miele preferito è quello di castagno… ha un retrogusto un pò amaro
    M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...