non resta che attendere ancora

non resta
che attendere ancora,
mentre il morbo
brucia le carni,
i pensieri sublimano,
ricadono nella rete dell’incertezza,
…e della paura
 
su quel sottile filo di cristallo,
a cui è appesa l’anfora della vita,
resta la nostra apprensione,
scivola il falso potere,
e nella ruota del desiderio,
si sovrappongono illusioni
…e speranze
 
nella sfida dell’eterna partita,
dove ci si ritrova
-di nuovo-
pezzo pregiato della scacchiera
scacchi2
Annunci

Informazioni su Lorenzo de Vanne

si..sono Lorenzo, un pò angelo e un pò demone, curioso della vita e della morte, della mente e dello spirito, della donna ... della parola...del silenzio! Io, vagabondo senza quiete, in cerca delle tra
Questa voce è stata pubblicata in inquietudine. Contrassegna il permalink.

31 risposte a non resta che attendere ancora

  1. Ram87 ha detto:

    Quel sottile filo di cristallo a cui è appesa l’anfora della vita verrà un giorno tagliato dalle lucide cesoie di Atropo. Un pedone che cade è una perdita sopportabile per l’intero schieramento 😉

  2. sognodiluce ha detto:

    stupenda e profonda poesia
    con stima e affetto

    CPC

  3. fragolinaM40807 ha detto:

    la speranza e la forza il vestito dell’attesa..
    la lotta è in noi..

  4. Stefy71 ha detto:

    Una sfida questa eterna partita tra speranze e illusioni nell’attesa della mossa decisiva.

  5. neraorchidea ha detto:

    meglio della poesia dei lumini….pero’ mi sono documentata e so che la poesia di Ungaretti piaceva anche agli uomini….magari lui sapeva scrivere davvero…..anzi sicuramente…buona domenica….

  6. SempreGio ha detto:

    “nella sfida dell’eterna partita,
    dove ci si ritrova
    -di nuovo-
    pezzo pregiato della scacchiera”
    … continua l’altalena
    fra sogni ed illusioni
    complice il tempo
    che ci regala fortunatamente
    non solo dolori
    ma anche la gioia
    di stringere una mano amica
    per affrontare il mare della Vita
    una zattera colorata
    che ci aiuta nella tempesta…

    un bacione e buona domenica
    Gio

  7. neraorchidea ha detto:

    “Con la mia fame da lupo ammaino il mio corpo da pecorella.Sono come la misera barca e come l’oceano libidinoso”…..questa e’ classe….ribuona domenica….bacio

  8. sognodiluce ha detto:

    Lorenzo
    di serena armonia
    con affetto e amicizia
    cpc

  9. princess06 ha detto:

    Ed è il desiderio,che,come spesso accade,ruota…ed in questo suo movimento trascina con sè illusioni e speranze

    Ed è il desiderio…dei desideri

  10. simonascudeller ha detto:

    Attesa…. silenzio surreale prima di un uragano… assenza di movimento visibile, latenza di un’esplosione imminente….
    ritmo in crescita che sublima il senso della stategia.
    -gocce di amarezza che scivolano nei sensi
    come lacrime s’mplodono e rivivono nel misterioso mondo dell’anima-

  11. diabolika67 ha detto:

    La tua cartella “inquietudine” sarà stracolma di profonde e toccanti poesie…
    rubo il tuo banner e lo porto da me nn sì sà mai forse mi porto anche un pò delle emozioni che sono quì….

  12. SempreGio ha detto:

    La scacchiera ha 2 colori il bianco e il nero…. l’amore uno solo… il rosso della passione:-))
    kisss a colori… i colori dell’arcobaleno… come la nostra amicizia
    Tvb Gio

  13. Ethelweis ha detto:

    Grazie,lusingata,o sommo poeta!
    Scacchi?Un gioco che adoro,così metaforico,così bello…ma essere pedina?
    No,soffoca…Meglio Regina!
    😉
    Un bacione da Godiva:-)

  14. eufemiaG ha detto:

    l’anfora della vita, una metafora sublime per una poesia che scava dentro e avvince il lettore ad ogni parola. Molto bella davvero Lorenzo, complimenti al tuo poetico talento

  15. angelvenus ha detto:

    Nella vita tutto è come una partita a scacchi…l’attesa…la speranza…il dolore…la sofferenza…tutta la vita…

    Bellissima nella sua inquietudine…

    Lia

  16. 58aiegil ha detto:

    un’incessant5e e svilente partota a scacchi che rende l’idea della nostra precarietà e del nostro [inutile?] lottare…

    sempre intensissime le tue poesie^^
    Ligeia

  17. isoladellaluna ha detto:

    Come giocatori di vetro..percorriamo avanti e indietro la piattaforma bicolore…Come dame e cavalieri attendiamo, lottiamo e talvolta ci pieghiamo nell’incertezza di essere ancora vivi…

  18. Morfea77 ha detto:

    [che magnificenza…i tuoi versi e la musica…]

  19. Ethelweis ha detto:

    Bhè grazie carissimo:-)
    E infatti x questo ho fatto la mia battuta,io mi ritrovo perfettamente nella Regina..ma a volte anche le Torri aiutano a vincere la partita…o un insignificante pedone…chissà…
    Un abbraccio
    Godiva:-)

  20. anonimo ha detto:

    unululato malinconico…il cui eco parte dal profondo del tuo ego e scuote le corde arruginite di un’arpa d’epoca.

  21. ladilunaa ha detto:

    …fino a raggiungere lo scacco al Re….
    equilibri precari in uno scenario emozionale della notte

    un pensiero dalla casa della luna

  22. xipnoticax ha detto:

    …PERFUSA SENSUALITà…LEI EMANA…….COMPLIMENTI…

  23. romanticaperla ha detto:

    [Questi tuoi versi sono…. magnifici]

    Buongiorno!:))

  24. SempreGio ha detto:

    Buongiorno Poeta
    kissss Gio

  25. diabolika67 ha detto:

    Buongiorno poeta porto via i tuo versi e ti lascio…

  26. sognodiluce ha detto:

    Lorenzo voglio ringraziarti per i passaggi…
    sei bravissimo
    con stima e amicizia
    cpc

  27. StregaLunare ha detto:

    Una bella partita tutta da giocare…
    Un grande Lorenzo, ti apprezzo sempre molto in queste tue liriche profonde
    Un bacio

  28. rakel48 ha detto:

    Tutta la vita è una partita a scacchi , il segreto sta nel saperli muovere e metterli nel giusto posto al momento opportuno, ma accorre anche la complicità delle Dea Fortuna.
    A presto buona notte

  29. jmarx ha detto:

    Essere
    il pezzo pregiato della scacchiera
    può essere
    una difficoltà per Essere

  30. Creaturaribelle ha detto:

    poesia che mi da l’idea del movimento…è la vita che scorre e su quel filo il funambolo ha un attimo di incertezza…misura i passi…bilancia i dubbi e le paure…tutto è in bilico…qualcosa sfugge di mano…lui è fermo…eppur si muove dentro quella ruota…lo fa sentire debole o forte…poi la ripresa…perchè non c’è tempo da perdere…è una sfida con mille difficoltà…vivere…la vita…bellissima Lorenzo…bravo…è un piacere leggere le tue opere.Buona giornata…Marilena :-))))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...