un chiodo sul muro

notte senza luna
nella mente
un’eclisse di paura
 
tra gli argini eretti
alla meraviglia
un fiore
tra le spighe morenti
 
un silenzio
che profana la tomba
apre un solco
nella cenere calda
 
una stella
che grida il tormento
tra le braccia
un fardello del tempo
 
un salmo
che ci affida un ricordo
un fuoco che brucia
il rimpianto
 
sulla pietra
una goccia mai doma
trafigge la certezza di ieri
 
un chiodo sul muro scrostato
 
-ci appendo i sogni di domani-

muro scrostato con finestra

Annunci

Informazioni su Lorenzo de Vanne

si..sono Lorenzo, un pò angelo e un pò demone, curioso della vita e della morte, della mente e dello spirito, della donna ... della parola...del silenzio! Io, vagabondo senza quiete, in cerca delle tra
Questa voce è stata pubblicata in cogito ergo sum, inquietudine. Contrassegna il permalink.

27 risposte a un chiodo sul muro

  1. 58aiegil ha detto:

    sempre un incanto le tue poesie…
    anche io uso spesso l’immagine dei chiodi dove appendere i sogni e le illusioni ma hanno valore negativo da me…
    ci metto ciò che è impossibile e mi viene puntualmente distrutto dalla vita…

    ti abbraccio, Ligeia

  2. Stefy71 ha detto:

    Bella tutta la poesia, ottimo l’incipit:
    “notte senza luna nella mente un’eclisse di paura”.
    Un abbraccio.

  3. neraorchidea ha detto:

    oserei dire una poesia di filosofia dello spirito…e’ un’onda che piano piano prende forma, e’ l’unione della calma e del tormento, dell’impulso passionale, e’ una linea sottile di sereneta’ commossa e di inquietudine delirante…..leggila in silenzio….ha il rumore del mare…pero’ ha una fermata brusca alla fine…il concetto e’ intenso….pero’ la tarpa…gli toglie quel respiro profondo che ha fino alla chiusa….con”il domani appeso a quei sogni forse “si infrangerebbe quell’onda con piu’ delicatezza sulla sabbia….inutile parlare dei troppi tra e che…te l’ho gia’ detto mille volte……sono stata troppo severa? baci titty

  4. sognodiluce ha detto:

    un

    Quanti chiodi appendiamo per sogni
    spenti in attesa che vivano nuovi
    e vigorosi ?
    Tantissimi almeno io…forse fa parte del nostro essere appendere sogni
    ormai arrugginniti aspettando che il domani ce ne porti di nuovi…
    profonda e splendida poesia…
    affettuosamente
    cpc

  5. eufemiaG ha detto:

    molto molto bella questa tua poesia, raffinata arte la tua

    Un saluto a te

    Eufemia

  6. romanticaperla ha detto:

    Stupendo l’incipt:
    notte senza luna nella mente un’eclissi di paura!

    Baci vany

  7. StregaLunare ha detto:

    Trovo questi tuoi versi densi di una inquietitudine che sovrasta l’anima…ma nella profonda introspezione done quasi tutto appare un buio tormentoso..c’ è la luce della speranza per un domani colmo di sogni.
    Bella lirica…ebbene si hai fatto centro anche stavolta…
    bacio
    Dali

  8. maxilpoeta ha detto:

    ogni tua poesia è uno spicchio d’incanto sul letto dell’arte, la tua bravura non conosce confini.

    Un caro saluto, buona domenica.

  9. sognodiluce ha detto:

    a te Lorenzo
    con tutto il mio affetto…stima e amicizia
    cpc

  10. alice64 ha detto:

    Sono passata da te perchè so che trovo sempre pagine carezzevoli…
    A presto!!

  11. simonascudeller ha detto:

    Questa volta parto dall’immagine..
    significativa.. come ogni immagine che accompagna la tua poesia
    racchiude diverse simboli che ricorrono nelle tue poesie
    due in particolare
    la finestra che rappresenta una via di fuga
    le gambe di una donna, donna tuo grande esperimento espresivo, musa e ricerca… le gambe simbolo della sensualità… il cammino…
    il muro… affresco scrostato sul quale i segni del tempo rimangono come cicatrici, ricordi ed esperienza….
    il testo?
    Nel presente una riflessione che fluttua tra il passato ed il futuro..
    presente nella ricerca guidata.
    quel chiodo che rimane certezza nella cornice del tempo…implacabile…
    affascinante…

  12. ladilunaa ha detto:

    senza dubbio per me una delle tue più belle,altamente ispirata e con metafore intense e preziose ,grazie della splendida lettura
    Lù

  13. doy ha detto:

    un chiodo, un sogno da appendere, una speranza…
    bella poesia… per chi, come me, i sogni se li dipinge, da sola, e se li appende tra le pareti di casa…
    ciao
    buona giornata!

  14. PostIda ha detto:

    Stupenda l’immagine dell’eclissi di paura, quasi una corazza indossata da un sognatore che incanta ed emoziona…Non appenderli mai ad un chiodo i tuoi sogni, perchè valgono la pena d’esser vissuti, credimi.Buona giornata, Carmen.

  15. sognodiluce ha detto:

    Lorenzo
    sto al solito sperimentando
    e a volte mi chiedo come mai
    non mi contento mai di forme
    e cerco sempre nuovi modi di espressione….
    ma tant’è che me ne sono fatta una ragione .
    Grazie ….
    sei splendida anima
    con affetto e amicizia
    Carol

  16. Morfea77 ha detto:

    [si scioglie la notte
    cola lenta fra le
    parole
    -s’interseca alla lingua
    aggrovigliandosi al tempo-
    non ci sono che sogni
    come di stelle d’appuntare
    ad accendersi come suoni
    di un piano
    in un notturno
    di chopin]

  17. anonimo ha detto:

    … i sogni di domani… finchè abbiamo sogni da appendere siamo ancora vivi.. e quel chiodo inevitabilemente si rinnova.. la vita non distrugge.. trasforma.. ma non sempre siamo all’altezza delle trasformazioni che gli eventi ci chiedono..

  18. ombrellina ha detto:

    non so perchè ma ero sicura di aver già commentato questa poesia, invece evidentemente era rimasto un commento mentale! 🙂
    estremamente suggestiva, davvero hai unito belle immagini.
    Un saluto! Ombrellina

  19. angelvenus ha detto:

    Ho sentito ogni parola…nel profondo…è splendida…

    Un bacio…Lia

  20. sognodiluce ha detto:

    Lorenzo a te e ai tuoi splendidi versi
    con stima , affetto e amicizia

    CPC

  21. Ethelweis ha detto:

    Melanconia e bellezza…sei grande!
    Un bacio Lorenzo…da Godiva:-)

  22. enneby ha detto:

    “un chiodo sul muro scrostato
    -ci appendo i sogni di domani…un meraviglioso sentire poesia, amico di tracce sepolte sotto neve di vita, in quel sentiero che sogna…bravissimo e grazie Nunzio

  23. Creaturaribelle ha detto:

    Frammenti di vita si uniscono ai ricordi e nel momento di forte inquietudine lasci liberi i tuoi pensieri di sgorgare dalla sorgente più pura dell’anima…tormento e speranza per mano alla consapevolezza di un sogno che dia luce al domani.Un incantevole poesia … con ammirazione…:-))) Marilena

  24. jmarx ha detto:

    ti dirò, le tue poesie che preferisco sono quelle dell’inquietudine. Quando crei poi il mix eros/inquietudine si sente il tuo Essere
    poeta

    jm

  25. tuaCyrano ha detto:

    io ci ho appeso il cuore … per la seconda volta. Notte felice LU

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...