morituri te salutant

Minaccioso avanzi,
mentre i popoli raccolgono
il grano della follia,
vessilli granata
sventolano, per un attimo,
nelle valli sfiorite,
mentre i ruscelli si preparano
ad accogliere le lacrime dei vinti.
 
E’ un vento freddo,
il vento della morte,
taglia l’alito di chi corre
in cerca di riparo
ad una notte incerta.
 
Su quell’altare di roccia,
siede il Re Nero,
tra polvere di tormenti,
cornice di un disegno di vendetta.
 
Laggiù
il sangue colora le margherite
-morituri te salutant-

 

re nero

Annunci

Informazioni su Lorenzo de Vanne

si..sono Lorenzo, un pò angelo e un pò demone, curioso della vita e della morte, della mente e dello spirito, della donna ... della parola...del silenzio! Io, vagabondo senza quiete, in cerca delle tra
Questa voce è stata pubblicata in dannazione, inquietudine. Contrassegna il permalink.

31 risposte a morituri te salutant

  1. Stefy71 ha detto:

    … mentre i popoli raccolgono il grano della follia…
    Una poesia che fa sentire il vento della morte e l’inquietudine.

  2. fayum ha detto:

    Svetonio? L’invocazione non dei gladiatori ma dei condannati a morte…
    o solo la frase che viene usata correntemente quando non si sa l’esito finale di un’azione?
    Una poesia greve che fa intuire l’estrema vulnerabilita’ di un uomo anche se Re..a volte costretto suo malgrado a seguire un bieco disegno…

  3. ladilunaa ha detto:

    siamo tutti in quella frase, potente e minacciosa,nessuno escluso e le tue parole ne seguono il ritmo

    buenas tarde
    Lù

  4. CatherineCloyd ha detto:

    Coloro che stanno per morire ti salutano..

    la frase che i gladiatori pronunciavano prima di inziare a combattere all’Imperatore.

    Questa poesia fa vedere come sia dura la sconfitta.
    “il sangue colora le margherite”.

    Brutto vero? Peccato che succedeva davvero.

    Un saluto.. 🙂

  5. Morfea77 ha detto:

    [è un marchio…qualcosa che ahimè noi,popolo non possiamo decidere…sia mo alla mercè di un dannato re nero]

  6. nevara ha detto:

    brividi
    emozioni
    commozione…
    tutto ciò provo mentre ti leggo…
    per un po di tempo ho inseguito qusto pezzo, avrei voluto firmarne il mio piccolo mondo virtuale… e adesso come carezza, come due mani calde si appoggianosulle spalle per salire sul mio lungo collo fino a tenermi il viso con le mai… questa è la mia musica.. la tua musica fatta di note colme di impeto e passione… lusingata di conoscerti…

    nevara…

  7. Ethelweis ha detto:

    Veramente un solco al cuore,un emozione che è come un richiamo del vento notturno…
    Un bacio Lorenzo,signore dei versi incantevoli..
    Godiva.

  8. Angelvenus1 ha detto:

    Leggendola, ho sentito lo scalpitio dei cavalli e l’odore del sangue…nelle valli un lago di morte e fiori spezzati nella loro bellezza per sempre…

    Bella e d’impatto, bravissimo come sempre Lorenzo 🙂

    Un abbraccio…Lia

  9. Aicha77 ha detto:

    grazie Lorenzo.
    se ti va puoi venire a trovarmi a Nowhere… sono certa che saprai trovare la strada… basta seguire la luce… 😉
    aicha

  10. sognodiluce ha detto:

    è di una tale intensintà da togliere il respiro e per un attimo si ha l’impressione di stare in apnea fluttuando in un marea di sensazioni
    una ta le tue piu’ belle
    buona serata Lorenzo
    e un abbraccio

  11. Lenza ha detto:

    Troppe volte il sangue ha sporcato la natura… offendendola…
    mi hai fatto rivivere un qualcosa di profondo che non so cosa sia…

  12. diabolika67 ha detto:

    Passa da me c’è un premio x te
    baci

  13. Aleteia ha detto:

    sai Lorenzo… spesso nelle tue poesie ci ritrovo le proiezioni delle mie allucinazioni ipnagogiche, in questa in special modo.

    tu hai un senso della storia molto forte, sembri descrivere vite passate con una facilità estrema, lasciando, però, tutto avvolto nel mistero più fitto…
    direi che questa è la tua più grande dote
    bacibaci
    M_

  14. eufemiaG ha detto:

    splendida lorenzo, è un tipo di poesia che sovente ispira anche la mia scrittura. Ho scritto qualcosa del genere anche io e quindi ho letto con gioia questo splendido tributo.
    Sei bravo e ti leggo sempre con ammirazione.
    L’immagine dovrebbe essere ispirata al Signore degli anelli, credo sia un cavaliere nero

    buon week end ed un caro saluto

    Oscilla vita
    tra presente e futuro
    senza risposta

    misterioso avvenire
    affidato al destino
    **
    Eufemia 27 Giugno 2008

  15. anonimo ha detto:

    Questa poesia è meravigliosa. C’è tutto il mio stato d’animo del momento.
    Abbracciami Lorenzo, anche se non sai chi sono, proprio perché non sai chi sono. Abbracciami. Forte.

  16. tumbergia ha detto:

    Il vento della morte è un vento davvero freddo…
    ****
    Poesia bellissima!

  17. angelikaramella ha detto:

    Lorenzo;-))))C’è un libro che ho letto quando ero ragazzina. Era piu’ che un romanzo, una canzone e la sua melodia riecheggiava come un richiamo disperato nella valle insieme agli zoccoli degli eroi che l’avevano onorata. Le margherite sono simbolo di purezza…oserei dire quindi…cavaliere nero senza macchia;-)))))Bellissimi i passaggi e intensa “la melodia”;-)))Ti ringrazio per aver sciolto con le tue “affascinanti parole” il mio rebus, lasciando che la tempesta facesse il suo corso e accompagnandola con il tuo passaggio;.)))))Un abbraccio a te..Angelika

  18. Morfea77 ha detto:

    [la metrica non fa parte del mio sangue…anche quella mia…è sporzionata per il respiro…monsieur è sempre dannatamente buono avec moi]

  19. Damarismay ha detto:

    Non si ha paura ad infrangere la propria storia tra le nere toghe delle sue ossa … non mi dispiacerà troppo andarmene, magari guardando il bosco, o pensando ai letti di passione colmi di storia … un abbraccio a te.

  20. LeonildeV ha detto:

    Il vento, quel vento freddo – tagliente come la morte – s’insinua nei cuori…

    Bellissima l’immagine delle margherite tinte di sangue..

    un caro saluto
    Leonilde

  21. Angelvenus1 ha detto:

    Buona settimana Lorenzo…

    Lia

  22. BELDESCUSILVIAA ha detto:

    Quanta tranquillità nel tuo sito…mi sono seduta un pò per riposarmi!!!
    Abbracci…Silvia

  23. smailer ha detto:

    …tormentoso e ricco di profondità…erudito e sfavillante fantasia…..
    grazie infinite per essere passato da me durante il mese di assenza,
    Alessia

  24. rossomoleskine ha detto:

    I tuoi commenti mi lunsingano davvero. Scrivo per diletto e puro piacere di comunicazione, se si vuole anche per istinto. Con l’istinto. Poi mi arrivano commenti come i tuoi .. e tu non lo sai … ma io ho un ego così elevato che non attende altro che esser bucato con uno spillo ! E tu invece lo continui a gonfiare !
    Scherzo, per carità. Non sia mai. (Rido).

    Morituri te salutant, a chi lo dissero .. a Cesare ? Ave Caesar, morituri te salutant ? Non ricordo .. ma sono cose che mi inquietavano abbastanza, ai tempi del liceo. E la morte continua a farlo. Ogni giorno. A presto, grazie ancora.

  25. Fleursdorange ha detto:

    è un fendente senza regole. bellissima

  26. redimpression ha detto:

    Re Nero, ti prego, porta via questa aria gelida,il vento della morte,le lacrime dei vinti,il sangue dei perdenti….fammi sentire ancora la dolce brezza del mattino e fammi ritrovare le margherite nel prato verde della speranza.
    -morituri te salutant-

  27. CristinaKhay ha detto:

    Ricordo questa poesia…
    E come allora il gelo della memoria l’avvolge…
    Versi essenziali di percezione…
    Testo d’effetto, bravo.

  28. unagocciaviola ha detto:

    Vicende e tempi che furono….
    ora nel nostro correre quotidiano…. le lotte son diverse ma sempre lotte..bacio Mia…

  29. LadyDarkness ha detto:

    Il gelido sospiro che si insinua tra le ossa .

    Lo sento ancora .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...