ti accolgo…

finalmente!
        sei arrivata
 
mancavi
-sai?-
nel mio giardino di primavera
 
ti aspettavo inquieto
-curiosa trepidazione-
fuggivo il sole
per ritrovare il bosco
 
ti ho tracciato
un sentiero di sospiri
tra le dune del mio vagabondare
una lampada ad olio
sul portale di tufo antico
 
ora c’è luce tra i melograni
e un profumo di lillà
è il tuo respiro
 
i tuoi occhi
-diademi della notte-
colmano il mio sguardo
umido d’incanto
 
siedi al mio fianco
alla tavola imbandita
tra fiori di parole
e ghirlande di pensieri
 
-finalmente qui-
 
ti accolgo
come re
…la sua regina

lampada450      (foto presa dal web)
Annunci

Informazioni su Lorenzo de Vanne

si..sono Lorenzo, un pò angelo e un pò demone, curioso della vita e della morte, della mente e dello spirito, della donna ... della parola...del silenzio! Io, vagabondo senza quiete, in cerca delle tra
Questa voce è stata pubblicata in conversazione amorosa, profumo di donna. Contrassegna il permalink.

36 risposte a ti accolgo…

  1. Stefy71 ha detto:

    Accoglienza che sa d’incanto, mistero, delicato amore, romantica esaltazione di femminilità.
    Bello ritrovarti e posare un sogno sui tuoi versi.

  2. Vivendolestelle ha detto:

    Che dolcezza nei tuoi versi!

  3. Morfea77 ha detto:

    [mancavi…è bello rileggerti]

  4. Angelvenus1 ha detto:

    …è quasi una favola…

    bentornato…sei mancato…^__^

    Lia

  5. poetikando ha detto:

    Che meraviglia questa primavera alle porte dell’autunno! Bellissimo l’incipit che sa di una spontaneità entusiasta per poi man mano trasportare con dolcezza e con passione sui sentieri dell’amore… E’ un piacere immenso ritrovarti! Un abbraccio *danj

  6. claudine2007 ha detto:

    Pour chaque roi,
    Sa reine…
    Ton Diadème
    Pour ton jardin du printemps !

    Je vais retourner bientôt,
    Les mots…
    Ahhh les plaisirs des rêves,
    Aujourd’hui comme hier…

    Merci Laurent…
    Je t’embrasse bien fort !
    :-)claudine

  7. LeonildeV ha detto:

    Versi dolci ed inebrianti, che profumano d’amore.. di primavera!!!

    Bellissima, complimenti!!!

  8. fayum ha detto:

    Splendida poesia, un rientro in grande stile come si confà ad un Re,belle le parole che compongono un’opera di squisita fattura…

    Bentornato 🙂 Arsinoe

  9. Tigredisogno ha detto:

    Incantata dalle parole e dalla delicatezza.

  10. maxilpoeta ha detto:

    eccellente costruzione tra fiaba e realtà, nel tocco magistrale della tua arte poetica, raffinato confine di stile e ricerca espressiva.

    Sempre bravissimo, ben ritrovato!

  11. redimpression ha detto:

    Consapevole di non essere regina…ma semplicemente donna…accolgo le tue parole come musica!
    Bentornato!
    Red

  12. Ethelweis ha detto:

    Grazie Maestro Lorenzo..mi perdo in oceani d’emozione quando leggo i tuoi versi..Bacio,Godiva:)

  13. BELDESCUSILVIAA ha detto:

    Sogni, mistero, AMORE ..i veri poeti gli cantano sempre..Tu sei uno di questi mio caro Lorenzino…abbraccini bello!!!

  14. tumbergia ha detto:

    Magiche parole di un re alla sua regina.
    Bellissima!

  15. tumbergia ha detto:

    Grazie per gli auguri.
    Ti ho portato i confetti, a presto!

  16. PostIda ha detto:

    La lirica, aprendosi con un’ esclamazione, quasi esortativa, mi fa pensare ad un invito. Un banchetto, per la precisione. Un convivium, volendolo citare in latino, immerso in un giardino inusuale( lo s’intravede nella cuoriosa predilizione per il buio del bosco dell’autore, che rifugge il sole…a simboleggiare i poteri forti che sovrastano la vita di ciascuno), in cui ogni sentiero è tracciato da forte sensualità, rimarcata in tenui reminiscenze orientali( quelle dune del vagabondaggio e quella lampada ad olio su un nuro di tufo).
    Ed in questo giardino si preannunciano amplessi gioiosi( tanto per citare un tuo filosofo preferito Onfray) fatti di fiori di parole e ghilarde di pensieri. E quali fiori hai scelto per questa lirica dalla forte pregnanza simbolica?
    Il melograno…e i lillà.
    Riguardo al melograno e alla sua valenza simbolica, ho trovato una curiosa usanza turca, secondo la quale le spose turche scagliano un frutto per terra, e si dice che queste avranno tanti figli quanti sono i chicchi usciti dal frutto spaccato. In Dalmazia, invece,  la tradizione vuole che lo sposo trasferisca dal giardino del suocero al suo una pianta di melograno.
    Il frutto è simbolo di fertilità e ricchezza proprio per il notevole numero di grani contenuti al suo interno. Nel linguaggio floreale, per il suo colore acceso, esprime amore ardente . Infine c’è chi ritiene che il romano, contrappeso della stadera, tragga la propria forma e il proprio nome dal frutto del melograno; in portoghese, infatti, roman significa melograno. Per questo un’altra valenza attribuita al frutto e alla pianta è quella di giustizia ed equilibrio. Il che, consentimelo, la dice lunga sulla scelta di questo frutto, piuttosto che un altro.
    E veniamo ai lillà: nel linguaggio dei fiori, il significato varia a seconda del colore; così regalare i fiori di lillà nella varietà bianca significa fanciullezza e innocenza giovanile; consegnare invece fiori di lillà nella varietà viola esprime innamoramento e palpiti d’amore. Spesso, però, viene associato all’omosessualità, essendo un colore intermedio tra il rosa( femminile) ed il blu ( maschile). Ora, al di là di questa mia lungua disquisizione, trovo la lirica abbastanza ben costruita, nel suo potere evocativo di belle immagini, ma anche nel suo essere assonante nella musicalità specie degli ultimi versi.
    Un inno al ritorno alla vita, nella catarsi di chi, sedato da un letargo di pensieri, parole, opere e omissioni, si rimette in viaggio, nel lungo e tortuoso cammino della conoscenza e della seduzione.
    Carmen

  17. sognodiluce ha detto:

    bentornato Lorenzo
    sei in splendida forma
    ma su questo, non nutrivo
    alcun dubbio
    con stima e affetto
    ti abbraccio

  18. angelikaramella ha detto:

    Ciao Lorenzo;-)))Sai, mi piace sapere che un uomo (sono le parole di un “lui”)abbia dentro “valori” cosi’ alti, lodevoli…e non posso che ringraziarti per averli apprezzati;-)Il desiderio e la passione sono le due cose che tengono viva ogni situazione. Che arrivi quel giorno oppure no, che la regina si ricongiunga al suo re, poco importa…contano le parole, i gesti, il modo in cui tutto questo ci fa “implorare”. Meravigliosa poetica…che tutto puo’ far nascere e muovere…^_*Un caro saluto, a te..Angelika

  19. Morfea77 ha detto:

    [chi si è sempre sentito l’anima noir…non basterà cambiare il colore dell’abito per farla sparira ;-)]

  20. fil0diseta ha detto:

    rampicai di lillà
    le crepe di una torre
    per farmi strada
    verso la tavola del re

  21. unsogno ha detto:

    poesia dolce e molto femminile ..sbaglio o anche tu hai una nuova casa!
    un abbraccio
    giulia

  22. Tiberias ha detto:

    Leggendo questi versi si è come condotti per mano verso un incontro,ma con un moto circolare: si parte con il sottile, profondo piacere della presenza, poi si ritorna al momento dell’assenza, dell’attesa, della trepidazione (con quella bella immagine del sentiero preparato!). Infine l’apparizione della donna, segnalata dal “profumo”, poi dagli “occhi”, poi dal “fianco”, e la tavola imbandita e i discorsi, nella felicità già annunciata all’inizio. Per questo torno a riprenderlo, a rileggere (a rifare) questo percorso (in bilico tra il sogno e la realtà proprio come il camminare di un “funambolo”), in questo meraviglioso ciclo di attese e incontri che non è nient’altro che una sintesi della nostra vita. Bello! Tiberias

  23. ladyserephina ha detto:

    essere accolti così…un abbraccio caldo che fa chiudere gli occhi e sorridere, ritrovare un amico….rimango sempre incantata dalle tue parole….grazie…un bacio

  24. eufemiaG ha detto:

    E’ bellissima!!!! Ti stimo molto come poeta, hai una capacità di attirare il lettore, e di farti leggere con vero piacere.
    Indubbiamente, sei uno dei migliori poeti.

    Un caro saluto, con una mia poesia
    Eufemia

    Fruscio di foglie
    soffio del vento del Nord
    cromie d’Autunno

    Soffice manto
    stropicciato da passi
    accartocciati

    Spento il lampione
    bagliori di stagioni
    verso il tramonto

    ~

    Eufemia

  25. donnaFlora ha detto:

    Bentornato tra i bloggers.
    Tanti complimenti per la bella poesia.
    Ciao!

  26. m0rgause ha detto:

    romanticissimo Lorenzo… essere una regina anche solo per un giorno
    o meglio per una notte:-)
    è bellissimo. bentornato
    bacio enri*§*

  27. ladilunaa ha detto:

    finalmente ti sei deciso a tornare! e se al tuo seguito hai anche una regina, chissà quali favole damore avrai racchiuse nel tuo cuore da poterci raccontare!!
    ti sorrido
    Lunaa

  28. poetikando ha detto:

    Un abbraccio, amico mio, e buona domenica!

    +danj

  29. CatherineCloyd ha detto:

    Tornare e leggere i tuoi commenti è un piacere.
    Leggere le tue poesie è magia.

    Per un anno di dolcezza.
    Un Abbraccio.
    🙂

  30. Angelvenus1 ha detto:

    Buona settimana…

    Lia

  31. CristinaKhay ha detto:

    Direi che era ora…!
    Un ritorno in tempo imperfetto ( evo ) dove affondano le radici del tuo sogno…
    Ti auguro di non svegliarti mai… 🙂

    Ti lascio un’anteprima… appena scritta, ancora da postare:

    Ora che il giro di boa è passato
    e che sono bella senza più esserlo
    so che è l’ultimo tragitto che ho negli occhi
    ad affascinare d’infinito gli uomini

    Ora che conto tutti i baci dati
    e mi accorgo che mi sono ritornati tutti
    sento quella stanchezza che rinfranca
    e che discioglie morbida le carni

    E mentre il passo si fa più accorto
    per risparmiare l’illusione, amo
    ancora più di prima
    questo bagliore impudente

    Certo non mi impedirà la terra
    di vivere ancora.

    Un abbraccio
    Cri

  32. RiflessiRossi ha detto:

    Sempre intenso..da leggere trattenendo il fiato…
    Un sorriso Mia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...