tracce di odore

Le strade s’intrecciano
come pensieri sfumati
in crocevia di dolore
e di piacere

è un fiume di piena
che fluido
scorre su alvei di ricordi
e di sogni

prendo per mano la storia
seguendo l’odore di un libro
stringo i denti
nel buio dell’incoscienza

riga dopo riga
le parole disegnano un verso
cornice della voglia di dire
e di sapere

cerco un perché
tra dubbi ed inganni
per trovare una traccia
nel silenzio della notte

capire di ieri
per attendere il domani.

©“tracce di odore” di Lorenzo de Vanne  

1048003-medium

(immaggine presa dal web)

 

Annunci

Informazioni su Lorenzo de Vanne

si..sono Lorenzo, un pò angelo e un pò demone, curioso della vita e della morte, della mente e dello spirito, della donna ... della parola...del silenzio! Io, vagabondo senza quiete, in cerca delle tra
Questa voce è stata pubblicata in inquietudine, riflessioni. Contrassegna il permalink.

34 risposte a tracce di odore

  1. rossella1953 ha detto:

    E' la strada che i poeti percorrono, Lorenzo caro, per carpire anche se appena accennati i mutamenti, e nutrirsi dell'oggi e del domani, delle certezze e anche delle incertezze perché sanno che prima o poi una risposta ci sarà.  
    E' così che poi nascono poesie come questa, che a leggerla si ringrazia la vita.
    Un forte abbraccio a te

  2. EmmaVittoria ha detto:

    Ciao Lorenzo, manco da casa tua da un po' … ma le antiche amicizie non si sciolgono mai….
    Ho letto il tuo ultimo scritto …
    Commuove e fa riflettere..
    L'odore che resta nei ricordi,  quasi come cicatatrice che rimane sulla pelle…..
    E mi assale la nostalgia.. ripensare agli odori dell'infanzia… o ritornare malinconica a pensare all'odore dell'amore.. che spesso lascia tracce come ferite di lama … che forse non si richiuderanno mai…

    Ti voglio bene .. grazie ..

    a presto ………

  3. ilavi ha detto:

    Ricordi che indicano scie di vita
    ripensare al passato come traccia di noi
    per apririci al domani
    con l'animo pronto
    Versi dolcemente malinconici
    come carezza d'anima

  4. CristinaKhay ha detto:

    Quando il capire è legato al sentire… allora "ieri" ha davvero un valore per noi… perchè diventa parte viva del nostro presente, è la trasformazione evolutiva della nostra coscienza…
    Non so se hai visto un film americano, che poi è stato rifatto anche da noi…si chiama "Il giorno della Marmotta"…e parla di un tizio che si sveglia tutti i giorni nello stesso identico giorno, diciamo il 13 Aprile. Ci passa 365 giorni nel 13 Aprile…tutto si ripete incredibilmente…sa tutto a memoria, tutte le persone, tutte le situazioni, riesce perfino ad andare con tutte le donne del paese, cerca perfino di ammazzarsi e quando muore…si ritrova sempre all'alba del 13 Aprile. Allora inizia a prendere lezioni di pianoforte, ogni giorno una lezione, che per la sua insegnante è sempre il primo giorno di lezione ma per lui no… e diventa un pianista eccezionale… e avanti così…finchè vive per aiutare tutti gli altri, sa tutto di tutti. Cambia giorno dopo giorno…da indifferente e burbero ad altruista e gentile….poi innamora davvero. E il giorno dopo si risveglia, dopo tanto tempo, nel 14 Aprile. Era cambiato nel modo giusto, aveva capito la lezione.
    Ecco, credo che questa sia la nostra vita terrena  nel contesto cosmico. Perciò tutto si ripete, ciclicamente. E' sempre il nostro 13 Aprile, finchè impariamo 🙂

    Un abbraccio stretto
    Cristina 🙂

  5. Stefy71 ha detto:

    Capire di ieri per attendere il domani…

    Perchè non si può guardare avanti se prima non si è compreso il passato, se non abbiamo avuto il coraggio di elaborarlo e accettarlo.
    Come funamboli di vita, seguiamo il filo dei ricordi, rimpianti, rimorsi, nostalgie, gioie, dolori… Un puzzle di emozioni che ci hanno formato, che costituiscono la nostra pelle.

  6. gocceinvisibili ha detto:

    accorrono al mio respiro le  tue tracce che magicamente cullano il mio cuore.. bravissimo

  7. LadyElly ha detto:

    Eccomi 🙂 bacione e buona notte !!!

  8. auradanzante07 ha detto:

    Quanto è forte l'odore dei ricordi!

    E' necessario elaborare il nostro vissuto per comprendere noi stessi ed il nostro oggi.
    Il futuro… un punto di domanda in realtà.
    Noi, però, dobbiamo vivere come se il fututo fosse nostro…

    "capire di ieri
    per attendere il domani"

    Bei versi veramente!

    Ti sorrido.
    Aura

    Ascolterei questa musica per molto tempo…

  9. CristinaKhay ha detto:

    Una Buona Domenica tutta per te 

  10. auradanzante07 ha detto:

    Buona domenica, Lorenzo.

    Grazie per  le parole che hai lasciato sul mio blog.

    La vita ha un odore particolare!

    Il nostro vissuto uno indimenticabile.

    Bei versi i tuoi che dicono e fanno sentire molto.

    Un sorriso

    Aura

  11. auradanzante07 ha detto:

    Tu stuzzichi i nostri sensi.

    🙂

    Aura

  12. Rose65 ha detto:

    … tutto è oscuro e inquieto qui… mi piace… mi sento a casa…

  13. aenge ha detto:

    Sfogliare il libro della nostra vita…per scrivere il domani…profonda poesia
    che scava nelle inquititudini dell' anima.
    Buona serata Lorenzo

  14. maipersempre ha detto:

    ripercorriamo le tracce di quello che siamo stati per vivere in un presente che ci appartenga…per mettere da parte inutili rimpianti, che oscurerebbero la strada verso il domani…
    non che sia semplice…ma credo sia l'unico modo che porti davvero verso quello che desideriamo…

    un abbraccio  

  15. anonimo ha detto:

    I perché sono sempre scritti nel anima del poeta, la percepiscono instintivamente e profondamenti!!! 
    Baci sensibile poeta!!!
     

  16. ventidiprimavera ha detto:

    "Cerco  un perchè
    tra dubbi ed inganni
    per trovare una traccia"

    Sono segni scavati nella memoria…
     di domande rimaste incollate al punto
    interrogativo…  
    E' molto piacevole leggerti…
    Un sorriso per una serena giornata
    Michelle

     

  17. RosaOscura ha detto:

    Frammenti del passato,
    come conchiglie levigate dalle onde
    riemergono
    dal mare della memoria.

    Giovanna Amoroso

    Un caro saluto Lorenzo! Molto bello il tuo blog.

    A presto!

    Giovanna

  18. sognodiluce ha detto:

    Non possiamo rinnegare cio' che siamo stati o abbiamo fatto, ma trarne insegnamento per non ripetere gli stessi errori è in nostro potere
    il futuro non è alto che la ricostruzione di se stessi e della propria vita
    a noi la scelta di non perseverare in situazioni ambigue e poco felici
    un abbraccio, notevole questa tua per profondità e bellezza, immensamente piaciuta…
    Grazie Lorenzo perchè sei tra i pochi che si ricordano degli amici e non solo quando fa comodo
    con stima e affetto immutato
    Carol

  19. Francescafutura ha detto:

    Grazie per il tuo poetico commento, felice di conoscerti in poesia.
    Per vent'anni ho respirato l'odore di un cappotto non mio…poi ho capito che la traccia era dentro i miei neuroni…è così importante un odore, forse ben più che un'immagine, o un volto, esso permane come marchio nelle cellule e basta poco per ritornare a ieri.
    Bella poesia, bello stile pulito e scorrevole.

    grazie

    frantzisca

  20. auradanzante07 ha detto:

    E' nel silenzio della notte che tutto assume uno spessore diverso.

    I ricordi al buio ed in silenzio fluttuano…

    Grazie, Lorenzo, per quello che mi hai scritto a cui risponderò.

    A presto.

    Con un sorriso dolce
    Aura

    E' vero: tu stuzzichi i nostri sensi.

    Bella musica. Alcuni "passaggi" sono veramente suggestivi!

    Cercherò di suonarli al pianoforte!

    Blog elegante il tuo!

  21. unsogno ha detto:

    Ciao lorenzo.son tornata!
    Sei e sarai, sempre, il mio scrittore preferito.
    con affetto.
    giulia*

  22. auradanzante07 ha detto:

    nel silenzio buio 
    fluttuano i miei ricordi
    nere falene

    (haiku di Aura)

    Assomigli a me, Lorenzo.

    Non pubblichiamo spesso!

    Vengo qui anche per cercare di trascrivere la musica, ma non è facile…

    A presto, caro amico.

    Ore colme per te

    Aura

  23. LadyElly ha detto:


    Sempre una piacere da visitare il tuo mondo 🙂 buona serata ,Elly

  24. Honissima ha detto:

    Parole che tracciano il profilo di un  uomo inquieto …en quete.
    Poesia intensa,  per me troppo cerebrale, con una preponderanza di  termini che  rimandano ad immagini di fatica, dolore, illusionie disillusioni in un percorso di conoscenza consapevole e sofferto.
    E' bella questa poesia, ma non mi piace, è troppo cupa per i miei gusti.
    Il passato può, a volte, aiutarci a capire meglio il presente, ma può poco in realtà in termini prospettivi  se alla base non c'è un lavoro di ricostruzione,attraverso tessere e frammenti, fino ad intravedere la trama di fondo che spesso è il canovaccio  criptico, ancorchè oscuro,  di un disegno imperscrutabile.
    Io dico che  l' analisi del  presente, aiutandoci a spiegare, chiarire e illuminare il passato, può esserci molto utile per il futuro.
    Non necessariamente capire il passato è garanzia di un futuro migliore, dipende tutto da cosa cerchiamo, come lo cerchiamo, e come ci poniamo rispetto a quello che scopriamo di noi stessi in relazione a fatti e persone passati, presenti e futuri. Buon fine settimana.

  25. ventidiprimavera ha detto:

    Capire di ieri
    per attendere domani

    Sogni e ricordi non si possono respingere
    devono essere accettati con la consapevolezza
    che sono passati..

    Sono passata per un pensiero e un saluto
    di dolce notte
    Michelle

  26. solesenzanuvole ha detto:

    Ciao Lorenzo, passo per augurarti un buon fine settimana, un abbraccio, Lella

  27. demetra05 ha detto:

    Ricordi e sogni che forse ci permetteranno di guardare al domani senza paura!
    Molto belli questi tuoi versi…emozioni da portare delicatamente dentro di noi!
    Buon fine settimana Lorenzo…
    demetra…

  28. saganne ha detto:

    Quando leggo versi come questi comprendo il perchè Dio ha scagliato dolcemente nel profondo del mare e in ogni brezza infinita effluvi di straordinaria bellezza dove la terra ci sembra diversa da quella che noi consciamo; più incerta ma più desiderata di una magia di un'isola; fosse anche quella di Montecristo

    Complimenti per la composizione e per l'occasione che ci dai nell'abbeverarci al tuo inimitabile blog

    Ammirato

  29. rose74 ha detto:

    ..prendono forma i nodi lasciati liquidi sulla pelle
    le orme ondeggianti sei sapori attraversati
    come strade..vicoli..immensi viali
    ..resti chiuso ovunque
    perchè l'aria è il solo odore che ti circonda

    Buona Domenica da Runa*

  30. ventidiprimavera ha detto:

    Un sorrido
    Michelle
     

  31. aenge ha detto:

     BUON INZIO SETTIMANA
    http://www.aenge.info/splinder/tuo.swf

     L'unica gioia al mondo è cominciare.
    E' bello vivere perché vivere è cominciare, sempre, a ogni istante. 

    § Cesare Pavese § 

  32. CristinaKhay ha detto:

    Non mi sono dimenticata di te…sto solo aspettando una serata un pò più tranquilla per venirti a trovare 

    Un bacione
    Cristina

  33. gocceinvisibili ha detto:

    percorrerti … esala brividi nella pelle .. emozioni! grazie dolce notte 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...