tracce di odore

Le strade s’intrecciano
come pensieri sfumati
in crocevia di dolore
e di piacere

è un fiume di piena
che fluido
scorre su alvei di ricordi
e di sogni

prendo per mano la storia
seguendo l’odore di un libro
stringo i denti
nel buio dell’incoscienza

riga dopo riga
le parole disegnano un verso
cornice della voglia di dire
e di sapere

cerco un perché
tra dubbi ed inganni
per trovare una traccia
nel silenzio della notte

capire di ieri
per attendere il domani.

©“tracce di odore” di Lorenzo de Vanne  

1048003-medium

(immaggine presa dal web)

 

Annunci
Pubblicato in inquietudine, riflessioni | 34 commenti

latte di mandorla e miele

ho cercato
tra le pieghe dei pensieri
ai bordi dei silenzi
un sapore oscuro
di carne e sangue 
       lama nella nebbia
       tormento di Sophia

ho seguito
tra le pagine del tempo
tra la polvere dei passi
tra i rivoli d’ un fiume
un odore dannato
di pelle e di respiri
      fruscio di un’ossessione
      visioni di follia

una carezza audace
un’ anima trovata
ai lati d’una storia
riflessa nel domani

sulla porta del cielo
la voglia di sfiorare
la trama tra l’ordito

      quel filo di rugiada
      latte di mandorla
      …e miele 

© ”latte di mandorla e miele” di Lorenzo de Vanne

silvianue23370

(immagine presa dal web)

 

 

Pubblicato in Uncategorized | 35 commenti

solitudine

in questa stanza
bianca di silenzio
odori di stoffe
riposte al tempo

pareti segnate di storie
icone di umido
ombreggiano i riflessi

veli d’oblio
sui tavoli di ebano
nel soffitto
un cielo di tela ramata

uno sguardo
in cerca di un chiodo
altare di un pensiero
convesso

nell’angolo
uno specchio macchiato
ritorna il sogno
…domani

©“solitudine”  di Lorenzo de Vanne

specchiomano350

(foto presa dal web)

 

Pubblicato in inquietudine | 28 commenti

Il viandante del tempo

 
Un fruscio inquieto
di foglie di acero,
un vento caldo
di pensieri blasfemi,
la cornice di una notte
a chiudere un sogno,
sui quadranti d’oriente
si disegna una nuova alba.
 
Passo dopo passo
la mia strada si restringe,
angolo acuto
della vita.
 
Tracce di sabbia
perduta dalle ore,
segmento di tempo
d’un attimo fugace
di stella solitaria,
nelle tasche i pensieri,
la luce negli occhi,
una gerla di sospiri
di viandante inquieto.

©”Il viandante del tempo” di Lorenzo de Vanne

tempocheva

Pubblicato in inquietudine, riflessioni, tracce nel tempo | 35 commenti

26 agosto 2009

Il tuo
sguardo azzurro
tra carezze celate
scivolava tra le fronde
del tuo giardino
piccolo scrigno
d’un patto di fede
 
Il tuo
pensiero armonico
fatto di presenza
-nei ricordi le parole silenziose-
mentre trovavi
tra gli archi
il tuo disegno
 
consumato dall’oblio
sei scivolato verso la notte
con la dignità
d’una rosa bianca
 
tua radice in questa terra
porterò con me
il calore del tuo essere
seme

©”26 agosto 2009” di Lorenzo de Vanne


fogliamorta400(foto presa dal web)

 

Pubblicato in Uncategorized | 29 commenti

In-An

apri
al suo sguardo
il tuo giardino profumato
la porta di giada
al suo vessillo di Re
 
[arerà la tua terra
in solchi di orzo e grano]
 
scendi nel mistero
velo dopo velo
cammino tormentato
verso la sapienza
 
sette sono le notti
giacigli di un delirio
cercare nella carne
il fuoco di un destino
 
[lascerà alla luna
il gemito della follia]
 
conduci al sacro altare
pensieri senza parole
resta nell’ovile
il mirto del piacere
 
[un sogno ancora
per ritrovare il cielo]
 
scorrono sospiri
sul letto immacolato
un rito consacrato
all’ alba di un amore
tra meli e cedri
eretti alla tua bellezza
 
le cosce odorose
unguenti sulle labbra
raccogli nel tuo calice
semi di latte e miele
 
[germoglio di un piacere
cantato per la storia]
 
le tue vesti bianche
scivolano ai tuoi piedi
odore di un giglio
sulle orme dei tuoi passi
 
mi restano i tuoi baci
tra le parole mute
negli occhi il tuo respiro
eterna seduzione
 
               [ho arato la tua terra
               in solchi di orzo e grano]

 ©”In-An” di Lorenzo de Vanne

                  

 inanna X1

(Wiliam Bouguerau – Biblis)
Pubblicato in Uncategorized | 42 commenti

la poesia…può attendere

Le vacanze sono alle porte, la poesia si diluisce nel bisogno di riposare e ritemprarsi, cercando nuova energia e nuovi sentieri da percorrere…
Questa volta nel salutarvi, non propongo alcun mio testo “poetico” ma vi rimando ad una riflessione su un argomento che propongo sul mio blog “Domus”.
 
 
 
Un argomento antropologico/filosofico che ritengo molto interessante.
 
Per ora vi saluto qui, per risalutarvi di là.
Un abbraccio a tutte/i Voi…
E “Buona Poesia” (lettura e scrittura)…
Lorenzo 
 

vacanze

 (immagine presa dal web)
Pubblicato in riflessioni | 21 commenti